​VOUCHER DIGITALI 4.0:

stanziati 15,5 milioni di euro per la digitalizzazione delle imprese

VoucherDigitali4_0.jpg

Aperto il nuovo bando nazionale per i Voucher 4.0 lanciato dalle Camere di commercio per permettere alle aziende italiane di agganciare la quarta rivoluzione industriale. Per ciascuna impresa saranno messe a disposizione risorse fino a 10mila euro di valore che potranno essere utilizzate dagli imprenditori per acquistare servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0.

Le aziende avranno tempo fino al 15 luglio di quest’anno per richiedere l’erogazione del voucher presso la propria Camera di riferimento oppure consultando il portale nazionale www.puntoimpresadigitale.camcom.it (PID) nella sezione voucher.
Potranno beneficiare delle agevolazioni le singole micro, piccole e medie imprese e i gruppi da 3 a 20 imprese che presentano un progetto condiviso finalizzato all’introduzione delle tecnologie digitali abilitanti.

IQC da tempo specializzata in soluzioni per l’Impresa 4.0, supporta le organizzazioni di servizi e di produzione che stanno affrontando l’importante fase di trasformazione tecnologica e digitale sostenuta dalle ormai note leve incentivanti (iper e super ammortamento, Voucher digitali, Credito di imposta ecc).

In quanto PMI innovativa, IQC, sta seguendo le imprese che prevedono progetti di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione di tecnologie abilitanti previste nel PID e sostenuti da Voucher Digitali Impresa 4.0 secondo le formule di seguito descritte.

Nello specifico sul territorio Bolognese, la CCIAA di Bologna ha stanziato 850mila Euro per le Imprese che vorranno partecipare prevedendo una finestra per la presentazione delle domande dalle ore 09.00 del 10 aprile 2019 e fino alle ore 17.00 del 15 luglio 2019.

Interventi ammissibili

La Camera di Commercio intende finanziare le seguenti misure di innovazione tecnologica:
Misura A – progetti indirizzati all’introduzione delle nuove tecnologie i cui obiettivi e modalità realizzative siano condivisi da più imprese;
Misura B – domande per i servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle nuove tecnologie presentate da singole imprese

Spese ammissibili
1) Consulenze e/o formazione relative ad una o più tecnologie degli elenchi 1 e 2 del bando
2) Acquisto di beni e servizi strumentali nel limite del 50% delle spese qui di formazione e consulenza (punto 1) e comunque funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste.

Beneficiari
Micro, Piccole e Medie Imprese:
  • aventi sede legale o unità locale attive su territorio Provinciale di Bologna
  • devono essere attive, regolarmente iscritte alla Camera di Commercio ed in regola con i diritti annuali camerali;
  • non sottoposte a procedura concorsuale, in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, concordato preventivo;
  • non sottoposte a procedure di recupero su aiuti di Stato
Tipologia/Entità del contributo
Contributo a fondo perduto in regime de minimis, (soggetto a ritenuta d’acconto 4%) nella forma di Voucher, fino al 70% delle spese ammissibili nel limite massimo complessivo di 10mila euro 





Per maggiori informazioni su progetti e interventi finanziabili: 
 Luigi Gamberi
Cell:3667186882